an online Instagram web viewer

#articolo medias

Photos

Buongiorno a tutti! 😃 non avevo ancora condiviso su #instagram il mio primo #articolo (link in bio) scritto per la rivista @casafacile 😃🎉 colgo nuovamente l’occasione per ringraziare la redazione e per esprimere la mia contentezza nel fare parte del meraviglioso gruppo di #bloggercfstyle 😃🎉🙌🏻
▫️
▫️
#icecreamarchitecture #casafacile #cfstyle #interior #interiordecor #interiordesign #interiorblogger #interiorblog #cute #amzing #project #graphic #graphicdesign #details #tattoo #tattooshop #shop #architect #redazione #art #beauty #beautiful #article #casafacilestyle #architecture #interiorproject
Buongiorno a tutti! 😃 non avevo ancora condiviso su #instagram  il mio primo #articolo  (link in bio) scritto per la rivista @casafacile 😃🎉 colgo nuovamente l’occasione per ringraziare la redazione e per esprimere la mia contentezza nel fare parte del meraviglioso gruppo di #bloggercfstyle  😃🎉🙌🏻 ▫️ ▫️ #icecreamarchitecture  #casafacile  #cfstyle  #interior  #interiordecor  #interiordesign  #interiorblogger  #interiorblog  #cute  #amzing  #project  #graphic  #graphicdesign  #details  #tattoo  #tattooshop  #shop  #architect  #redazione  #art  #beauty  #beautiful  #article  #casafacilestyle  #architecture  #interiorproject 
Grazie agli amici di @napolitoday.it ed in particolare a @nicola.clemente9 
http://www.napolitoday.it/media/pio-russo-torna-radio-casa-base.html
#napolitoday #articolo #news #radio #radiobase
Gentile Sallusti, le suggerisco esempi diversi di "napoletani doc e orgogliosi di esserlo".
Il mio articolo su @magazine_informare al seguente link-> https://informareonline.com/sallusti-contro-i-napoletani-banali-stereotipi-e-assenza-di-acume/
#articolo #barbaragiardiello #razzismo #stereotipi #banalità #napoletani #giornalismo #lega #m5s #pollo #napoletanodoc #rolex #truffa #giocodelletrecarte #governo
"Quell’inverno anch’io avevo il mio #Klondike da esplorare...": Giuseppe Lupo ci accompagna in un viaggio che descrive la ricerca di una nuova rotta, un passaggio da un'epoca all'altra segnato da ricordi e attese, un viaggio sulla scia di "L’avventura del grande Nord" che lo scrittore americano Jack London compì nel 1897... Dove trovare l'articolo? Sul blog #ReadYourLife! ➖➖➖➖➖➖➖
#articolo #giuseppelupo #PerfectBook #bookblogger #bookblog #news #leggere #books #libri #jacklondon #oro #america #storia #history #emozioni #vita #life #bookworm #bookaholic #booklover #instabook #igbooks
"Quell’inverno anch’io avevo il mio #Klondike  da esplorare...": Giuseppe Lupo ci accompagna in un viaggio che descrive la ricerca di una nuova rotta, un passaggio da un'epoca all'altra segnato da ricordi e attese, un viaggio sulla scia di "L’avventura del grande Nord" che lo scrittore americano Jack London compì nel 1897... Dove trovare l'articolo? Sul blog #ReadYourLife ! ➖➖➖➖➖➖➖ #articolo  #giuseppelupo  #PerfectBook  #bookblogger  #bookblog  #news  #leggere  #books  #libri  #jacklondon  #oro  #america  #storia  #history  #emozioni  #vita  #life  #bookworm  #bookaholic  #booklover  #instabook  #igbooks 
Avrai sentito parlare di schede per massa e schede per definizione. Ecco il primo errore. La scheda è un supporto all’alimentazione, che venga chiamata scheda di massa o di definizione poco importa se di base non c’è un piano alimentare valido. Ma se volessi farti una tabella di allenamento base come dovresti procedere? Le modalità sono infinite. Dopo il riscaldamento generale e l’allenamento del core con esercizi su addominali e lombari ti suggerirei di iniziare con i gruppi muscolari grossi e con esercizi fondamentali (i 4 big per petto, dorso, gambe e spalle) o comunque multiarticolari sul resto dei gruppi muscolari. Questi sono esercizi che richiedono maggior sforzo neuromuscolare quindi è una buona idea dargli la precedenza. Dopo puoi mettere uno, due o tre complementari sullo stesso muscolo. Dipende, se stai strutturando una multifrequenza puoi suddividere il volume di lavoro su un determinato distretto muscolare in 2 o più sedute settimanali, se invece stai strutturando una monofrequenza metterai tutto lo stesso giorno.
Es: allenamento pettorali:
panca piana 3×8
spinte con manubri su panca 30’ 3×12
croci ai cavi 3×10
dips gomiti larghi 3 x max
– monofrequenza: tutti e 4 gli esercizi al lunedì
– multifrequenza: panca piana e spinte con manubri al lunedì e croci ai cavi e dips gomiti larghi al giovedì.
Ricorda che non puoi allenarti per tutto il pomeriggio quindi una scheda base può durare dai 50 a 80 minuti, non più di 20-30 serie complessive. La struttura dipenderà dalla periodizzazione, se sei in un momento in cui prediligi il volume all’intensità la scheda può essere più lunga, se invece la periodizzazione ti impone l’intensità in quel momento devi attuare schede più brevi. Detto questo, un’altra possibilità che hai è la scheda ibrida, cioè una via di mezzo tra la monofrequenza e la multifrequenza. Puoi strutturarla inserendo dei richiami su una scheda in monofrequenza. Es: se lunedì è il giorno del petto e mercoledì il giorno del dorso con 3-4 esercizi rispettivamente, al lunedì inserisci un esercizio di dorso e mercoledì uno di petto. Questa tipologia è molto utile nel caso di carenze su particolari muscoli.
Avrai sentito parlare di schede per massa e schede per definizione. Ecco il primo errore. La scheda è un supporto all’alimentazione, che venga chiamata scheda di massa o di definizione poco importa se di base non c’è un piano alimentare valido. Ma se volessi farti una tabella di allenamento base come dovresti procedere? Le modalità sono infinite. Dopo il riscaldamento generale e l’allenamento del core con esercizi su addominali e lombari ti suggerirei di iniziare con i gruppi muscolari grossi e con esercizi fondamentali (i 4 big per petto, dorso, gambe e spalle) o comunque multiarticolari sul resto dei gruppi muscolari. Questi sono esercizi che richiedono maggior sforzo neuromuscolare quindi è una buona idea dargli la precedenza. Dopo puoi mettere uno, due o tre complementari sullo stesso muscolo. Dipende, se stai strutturando una multifrequenza puoi suddividere il volume di lavoro su un determinato distretto muscolare in 2 o più sedute settimanali, se invece stai strutturando una monofrequenza metterai tutto lo stesso giorno. Es: allenamento pettorali: panca piana 3×8 spinte con manubri su panca 30’ 3×12 croci ai cavi 3×10 dips gomiti larghi 3 x max – monofrequenza: tutti e 4 gli esercizi al lunedì – multifrequenza: panca piana e spinte con manubri al lunedì e croci ai cavi e dips gomiti larghi al giovedì. Ricorda che non puoi allenarti per tutto il pomeriggio quindi una scheda base può durare dai 50 a 80 minuti, non più di 20-30 serie complessive. La struttura dipenderà dalla periodizzazione, se sei in un momento in cui prediligi il volume all’intensità la scheda può essere più lunga, se invece la periodizzazione ti impone l’intensità in quel momento devi attuare schede più brevi. Detto questo, un’altra possibilità che hai è la scheda ibrida, cioè una via di mezzo tra la monofrequenza e la multifrequenza. Puoi strutturarla inserendo dei richiami su una scheda in monofrequenza. Es: se lunedì è il giorno del petto e mercoledì il giorno del dorso con 3-4 esercizi rispettivamente, al lunedì inserisci un esercizio di dorso e mercoledì uno di petto. Questa tipologia è molto utile nel caso di carenze su particolari muscoli.
🌍🗞️📰New articolo📰🗞️🌍
🔹🔹🔹Rievocata La Bella ‘Mbriana A Secondigliano🔹🔹
https://www.ilvaporetto.com/rievocata-la-bella-mbriana-a-secondigliano/ 🖋️penna🖋️ 🗞️journalist🗞️
👤Daniele Pelliccia

Redazione online journal
🌍📱💻www.ilvaporetto.com.💻📱🌎
#napoli  #articolo #giornalismo #giornale #journal #scrivere #passione #passion
#news #instanews #notizie #notiziario #giornalista  #hashtag #follow4follow  #followforfollow #followme #followers #instagood  #instagram
@ilvaporettocom
🌍🗞️📰New articolo📰🗞️🌍 🔹🔹🔹Rievocata La Bella ‘Mbriana A Secondigliano🔹🔹 https://www.ilvaporetto.com/rievocata-la-bella-mbriana-a-secondigliano/ 🖋️penna🖋️ 🗞️journalist🗞️ 👤Daniele Pelliccia Redazione online journal 🌍📱💻www.ilvaporetto.com.💻📱🌎 #napoli   #articolo  #giornalismo  #giornale  #journal  #scrivere  #passione  #passion  #news  #instanews  #notizie  #notiziario  #giornalista   #hashtag  #follow4follow   #followforfollow  #followme  #followers  #instagood   #instagram  @ilvaporettocom
A pochi giorni dall'assegnazione dei #Pulitzer, Fabio Ciancone commenta la storica decisione della giuria della #Columbia #University di assegnare il premio per la sezione musica all'album "#DAMN." del rapper afroamericano Kendrick #Lamar. 
#linguaggi #semelonline #cultura #sapere #divulgazione #informazione #kendricklamar #musica #letteratura #premio #testo #critica #music #articolo #mondo #album #rap #società #2018
👉 "Giudicateci da quanto fatto"
⌛ "I prossimi 5 anni ne varranno 15"

Siamo ufficialmente in #campagnaelettorale e manca meno di due mesi alle elezioni amministrative. Queste le parole del nostro Sindaco ieri 👇 #politica #amministrative #campagnaelettorale #2018 #renato #renatoaccorinti #accorinti #cicuppaaccorinti #messina #sicilia #news #articolo #notizia
Raccontiamo la storia di Paolo Bianchi un giornalista che ha scritto la sua esperienza legata al bipolarismo nel libro «L'Intelligenza è un disturbo mentale». «Ho trascorso intere giornate a letto senza alzarmi, settimane. Senza nessun desiderio, nessuno stimolo. Non mi nutrivo, non parlavo con nessuno, ero niente». Ricorda così Paolo Bianchi, 52 anni, giornalista professionista, i giorni della sua «depressione maggiore». Raccontati nel suo romanzo L'intelligenza è un disturbo mentale.

Non dormiva prima delle quattro del mattino, le giornate erano scandite da crolli, riabilitazioni, ricadute e ancora risalite, euforia e abisso.

Dall'età di 25 anni. «Non c'è stato un episodio scatenante, la depressione è arrivata. Cercavo dei motivi ai miei stati d'animo angosciosi, poi mi sono dovuto arrendere all'evidenza  e rendermi conto che, proprio quando tutto sembrava andare per il meglio, vivevo uno stato d'ansia generalizzato. Temevo che qualcosa di gravissimo stesse per accadere, una catastrofe a me o alla mia famiglia. Era diventata un'ossessione». Così per Paolo sono iniziati gli anni della psicoanalisi, prima freudiana, quindi senza l'utilizzo di farmaci, poi la psicoterapia. «L'analisi classica prevedeva un percorso troppo lungo e oneroso. Nel frattempo io stavo male, avevo gravi problemi di insonnia che condizionavano moltissimo anche il mio rendimento lavorativo. Mi sono quindi rivolto a uno psichiatra che potesse anche prescrivermi farmaci, con cui controllare innanzitutto il disturbo del sonno». Paolo si è così affacciato al mondo degli antidepressivi con cui riusciva a riposare la notte ma che non placavano le profonde ricadute nel buio della depressione. «Non ne parlavo con nessuno perché non volevo pesare sulla famiglia, sulle persone vicine. Chi non vive questo stato tende a non capire o a non crederci. Mi dicevano: "Scuotiti", "Fai qualcosa di brillante". "Vai in vacanza", "Segui un corso in palestra", "Datti da fare". Tutte cose che non si possono dire a un depresso, la solidarietà affettiva non viene quasi percepita da chi sta male». Continua su #facebook #articolo #bipolarismo
Raccontiamo la storia di Paolo Bianchi un giornalista che ha scritto la sua esperienza legata al bipolarismo nel libro «L'Intelligenza è un disturbo mentale». «Ho trascorso intere giornate a letto senza alzarmi, settimane. Senza nessun desiderio, nessuno stimolo. Non mi nutrivo, non parlavo con nessuno, ero niente». Ricorda così Paolo Bianchi, 52 anni, giornalista professionista, i giorni della sua «depressione maggiore». Raccontati nel suo romanzo L'intelligenza è un disturbo mentale. Non dormiva prima delle quattro del mattino, le giornate erano scandite da crolli, riabilitazioni, ricadute e ancora risalite, euforia e abisso. Dall'età di 25 anni. «Non c'è stato un episodio scatenante, la depressione è arrivata. Cercavo dei motivi ai miei stati d'animo angosciosi, poi mi sono dovuto arrendere all'evidenza e rendermi conto che, proprio quando tutto sembrava andare per il meglio, vivevo uno stato d'ansia generalizzato. Temevo che qualcosa di gravissimo stesse per accadere, una catastrofe a me o alla mia famiglia. Era diventata un'ossessione». Così per Paolo sono iniziati gli anni della psicoanalisi, prima freudiana, quindi senza l'utilizzo di farmaci, poi la psicoterapia. «L'analisi classica prevedeva un percorso troppo lungo e oneroso. Nel frattempo io stavo male, avevo gravi problemi di insonnia che condizionavano moltissimo anche il mio rendimento lavorativo. Mi sono quindi rivolto a uno psichiatra che potesse anche prescrivermi farmaci, con cui controllare innanzitutto il disturbo del sonno». Paolo si è così affacciato al mondo degli antidepressivi con cui riusciva a riposare la notte ma che non placavano le profonde ricadute nel buio della depressione. «Non ne parlavo con nessuno perché non volevo pesare sulla famiglia, sulle persone vicine. Chi non vive questo stato tende a non capire o a non crederci. Mi dicevano: "Scuotiti", "Fai qualcosa di brillante". "Vai in vacanza", "Segui un corso in palestra", "Datti da fare". Tutte cose che non si possono dire a un depresso, la solidarietà affettiva non viene quasi percepita da chi sta male». Continua su #facebook  #articolo  #bipolarismo 
Le #priorità della difesa personale
.
Eccoci alla terza fondamentale priorità per una difesa efficace. Ci avevate pensato?
.
3️⃣ Priorità: Gestire l’arma.
Un avversario che impugna un’arma è potenzialmente letale. L’arma conferisce un grande vantaggio nello scontro, con la possibilità di infliggere pesanti danni.
⚠️ Occorre dare priorità nel gestire, immobilizzare, rendere inefficace il braccio armato o l’arma stessa, secondo i casi. ⚠️ Portare pugni al viso nel tentativo di mettere ko l’avversario non è una scelta saggia nel caso in cui questi brandisca un coltello.
Nell’esempio specifico, se si desidera reagire o si è costretti a farlo, prima di portare qualsiasi colpo occorrerà bloccare il braccio armato evitando che il coltello, volontariamente o no, ferisca e/o uccida. Nel caso invece di un aggressore armato di pistola, se la distanza lo consente, occorrerà prima afferrare l’arma stessa gestendone direzione del vivo di volata e solo in seguito sferrare colpi e tentare il disarmo.
.
Voi come reagireste in caso di scontro armato?
Rifletteteci, noi torneremo domani con la priorità numero 4️⃣ 😉
[ Link in bio per scoprire di più su di noi @kma_kravmagaacademy ]
Le #priorità  della difesa personale . Eccoci alla terza fondamentale priorità per una difesa efficace. Ci avevate pensato? . 3️⃣ Priorità: Gestire l’arma. Un avversario che impugna un’arma è potenzialmente letale. L’arma conferisce un grande vantaggio nello scontro, con la possibilità di infliggere pesanti danni. ⚠️ Occorre dare priorità nel gestire, immobilizzare, rendere inefficace il braccio armato o l’arma stessa, secondo i casi. ⚠️ Portare pugni al viso nel tentativo di mettere ko l’avversario non è una scelta saggia nel caso in cui questi brandisca un coltello. Nell’esempio specifico, se si desidera reagire o si è costretti a farlo, prima di portare qualsiasi colpo occorrerà bloccare il braccio armato evitando che il coltello, volontariamente o no, ferisca e/o uccida. Nel caso invece di un aggressore armato di pistola, se la distanza lo consente, occorrerà prima afferrare l’arma stessa gestendone direzione del vivo di volata e solo in seguito sferrare colpi e tentare il disarmo. . Voi come reagireste in caso di scontro armato? Rifletteteci, noi torneremo domani con la priorità numero 4️⃣ 😉 [ Link in bio per scoprire di più su di noi @kma_kravmagaacademy ]
Operativa al pc 💻 dalle 9, con questo super #capuccino di #soia @granarolo Sto programmando qualche nuovo #post ed #articolo nel #blog. Date un’occhiata alla pagina @facebook martedì mattina 😃, sarà online un articolo relativo ad un’attività locale della zona di#rovigo 😎 #sunday #sundaymood #sundays #blog #blogger #editing #writing #writer #post #ilgustodellasemplicita
Ph. Renate Van Lith “La vita piena di colori”. ‼️Avete mai sentito parlare degli Halfway Born? Tutti i bimbi lo sono per pochi secondi, è un momento magico, forse il più incredibile di tutto il parto ma passa veloce. È fantastico catturare quell’istante in una foto! 🤩
Qualche settimana fa ho scritto un articolo su questo momento così speciale, lo trovate sul blog (link in bio) scrivendo MONDI nella barra del Cerca.
Nelle foto si vede chiaramente il parto, per chi teme di rimanere impressionato niente paura, all’inizio dell’articolo c’è un link che vi indirizza ad un post identico, senza foto, io vi consiglio di non perderlo, è qualcosa di bello ☺️
ostetricainviola.com 
#ostetricainviola #blog #halfwayborn #birth #parto #natiametà #post #blogpost #articolo #ostetrica #magia #colori #photography #birthphotographer #travaglio #futuremamme #novemesi #dolceattesa #gravidanza #pregnancy
Ph. Renate Van Lith “La vita piena di colori”. ‼️Avete mai sentito parlare degli Halfway Born? Tutti i bimbi lo sono per pochi secondi, è un momento magico, forse il più incredibile di tutto il parto ma passa veloce. È fantastico catturare quell’istante in una foto! 🤩 Qualche settimana fa ho scritto un articolo su questo momento così speciale, lo trovate sul blog (link in bio) scrivendo MONDI nella barra del Cerca. Nelle foto si vede chiaramente il parto, per chi teme di rimanere impressionato niente paura, all’inizio dell’articolo c’è un link che vi indirizza ad un post identico, senza foto, io vi consiglio di non perderlo, è qualcosa di bello ☺️ ostetricainviola.com #ostetricainviola  #blog  #halfwayborn  #birth  #parto  #natiametà  #post  #blogpost  #articolo  #ostetrica  #magia  #colori  #photography  #birthphotographer  #travaglio  #futuremamme  #novemesi  #dolceattesa  #gravidanza  #pregnancy 
💓♥️Le domeniche di un buon articolo su @emilianacantone 💓❤️
Grande forza per questo nuovo album...felice di aver scritto per lei.. È nelle edicole di Casoria e di Arpino ed in qualche bar in distribuzione gratuita, il suo pdf è pubblicato in home page sul portale di informazione www.casoriadue.it #visitateilsito #casoriadue #web #articolo #delladomenica #settimanale
Grazie al direttore #nandotroise di #casoriadue #like4like #follow4follow #emozioni #soddisfazioni #tenacia #sorriso #tantoamore❤️ #tantaforza
💓♥️Le domeniche di un buon articolo su @emilianacantone 💓❤️ Grande forza per questo nuovo album...felice di aver scritto per lei.. È nelle edicole di Casoria e di Arpino ed in qualche bar in distribuzione gratuita, il suo pdf è pubblicato in home page sul portale di informazione www.casoriadue.it #visitateilsito  #casoriadue  #web  #articolo  #delladomenica  #settimanale  Grazie al direttore #nandotroise  di #casoriadue  #like4like  #follow4follow  #emozioni  #soddisfazioni  #tenacia  #sorriso  #tantoamore ❤️ #tantaforza 
DICONO DI NOI...
Ariticolo del Cittadino relativo al concerto del 17 Marzo....
Guarda anche foto sul nostro profilo

#articolo #concerto #momentimigliori #concerto #bestmoment #gioia #banda #windband #musica #music #grazieatutti #grazieailissonesi #Lissone #lissonesi #graziemaestro #bandaLissone
Carrie Fisher oltre che attrice era anche scrittrice: vari sono i libri in cui ha parlato del suo disturbo.

Uno in particolare è molto interessante: Wishful Drinking, saggio del 2008, nato da una pièce teatrale e poi trasformato in un documentario Hbo.

La nostra principessa ci dice: "Una delle cose che mi sconcerta è come ci sia un lungo stigma nei confronti della malattia mentale, in particolare del disturbo bipolare. Secondo me, vivere con la depressione maniacale richiede di avere delle gran palle. Non è diverso da un tour in Afghanistan. Se stai vivendo con questa malattia e sei stanco, se stai vivendo con questa malattia ma la stai affrontando, è qualcosa di cui essere orgoglioso, non devi vergognarti.
Dovrebbero rilasciare medaglie insieme a tutti i farmaci che prendiamo!. " "Sento di essere molto sana per quanto riguarda la mia pazzia" "Pensavo di inaugurare un "Bipolar Pride Day", un giorno dedicato all'orgoglio bipolare. Sai, con carri allegorici e parate e cose del genere! Metterei i depressi sui galleggianti così che non debbano nemmeno lasciare i loro letti - avremmo semplicemente rotolato i loro letti fuori dalle loro case, e in modo che possano continuare a fissare miserabilmente lo spazio intorno a loro. E poi per i maniacali ci sarebbe una banda musicale maniacale, con maniacali che ridono e parlano, fanno compere, fanno sesso e fanno domande sbagliate. " "Sai come la maggior parte delle malattie ha sintomi che puoi riconoscere? Come febbre, mal di stomaco, brividi, qualunque cosa.
Bene, con la depressione maniacale, è la promiscuità sessuale, la spesa eccessiva e l'abuso di sostanze - e questo suona proprio come un fantastico fine settimana a Las Vegas!" "Le statistiche dicono che una serie di disturbi mentali colpisce più di un americano su quattro in un dato anno.

ma avendo esaminato i vari test disponibili che usano per determinare se sei maniaco-depressivo. OCD, schizo-affettivo, schizofrenico, o qualsiasi altra cosa, sono sorpresa che il numero sia così basso. Così ho passato un sacco di test disponibili, e ho preso domande, e ho assemblato il mio screening... #carriefisher #bipolar #articolo #facebook
Carrie Fisher oltre che attrice era anche scrittrice: vari sono i libri in cui ha parlato del suo disturbo. Uno in particolare è molto interessante: Wishful Drinking, saggio del 2008, nato da una pièce teatrale e poi trasformato in un documentario Hbo. La nostra principessa ci dice: "Una delle cose che mi sconcerta è come ci sia un lungo stigma nei confronti della malattia mentale, in particolare del disturbo bipolare. Secondo me, vivere con la depressione maniacale richiede di avere delle gran palle. Non è diverso da un tour in Afghanistan. Se stai vivendo con questa malattia e sei stanco, se stai vivendo con questa malattia ma la stai affrontando, è qualcosa di cui essere orgoglioso, non devi vergognarti. Dovrebbero rilasciare medaglie insieme a tutti i farmaci che prendiamo!. " "Sento di essere molto sana per quanto riguarda la mia pazzia" "Pensavo di inaugurare un "Bipolar Pride Day", un giorno dedicato all'orgoglio bipolare. Sai, con carri allegorici e parate e cose del genere! Metterei i depressi sui galleggianti così che non debbano nemmeno lasciare i loro letti - avremmo semplicemente rotolato i loro letti fuori dalle loro case, e in modo che possano continuare a fissare miserabilmente lo spazio intorno a loro. E poi per i maniacali ci sarebbe una banda musicale maniacale, con maniacali che ridono e parlano, fanno compere, fanno sesso e fanno domande sbagliate. " "Sai come la maggior parte delle malattie ha sintomi che puoi riconoscere? Come febbre, mal di stomaco, brividi, qualunque cosa. Bene, con la depressione maniacale, è la promiscuità sessuale, la spesa eccessiva e l'abuso di sostanze - e questo suona proprio come un fantastico fine settimana a Las Vegas!" "Le statistiche dicono che una serie di disturbi mentali colpisce più di un americano su quattro in un dato anno. ma avendo esaminato i vari test disponibili che usano per determinare se sei maniaco-depressivo. OCD, schizo-affettivo, schizofrenico, o qualsiasi altra cosa, sono sorpresa che il numero sia così basso. Così ho passato un sacco di test disponibili, e ho preso domande, e ho assemblato il mio screening... #carriefisher  #bipolar  #articolo  #facebook 
Vita da nababbi, anzi da faraoni vip nella #casa #piramide non in #Egitto ma in #California La racconto sul #messaggero #ilmessaggero #house #home #news #malibu #travel #viaggi #photo #photography #picoftheday #amazing #foto #fotografia #america #articolo #vip #design
NUOVO ARTICOLO SUL BLOG 
Si parla in questo articolo di potenziale... quanto conta essere tenaci, risoluti e consapevoli per poter sviluppare in pieno le nostre capacità e ambire ad essere pienamente noi stessi? #articolo #blog #studioolistico #equilibrarsi #spunti #supporto #aiuto #relazioni #comunicazione #crescitapersonale #trainereducativorelazionale #training #quiedora #equilibrio #armonia #starbene #educazioneadulti #educazione #educatoreprofessionale #potenziale
NUOVO ARTICOLO SUL BLOG Si parla in questo articolo di potenziale... quanto conta essere tenaci, risoluti e consapevoli per poter sviluppare in pieno le nostre capacità e ambire ad essere pienamente noi stessi? #articolo  #blog  #studioolistico  #equilibrarsi  #spunti  #supporto  #aiuto  #relazioni  #comunicazione  #crescitapersonale  #trainereducativorelazionale  #training  #quiedora  #equilibrio  #armonia  #starbene  #educazioneadulti  #educazione  #educatoreprofessionale  #potenziale 
Una lezione appassionante con docenti preparati e competenti 🔝🔝🔝 !! Grazie a @fra.ambro  a @saraemotionally e @bmannelli per il corso su blog e seo 💪💪 .
.
.
#ilfioreallafinestra #social #blog #blogger #seo #formazione #bloggeritalia #bloggeritaliane #articolo #murate #firenze #tuscanylovers #tuscanygramers
BIOTESTAMENTO:un traguardo importante dopo anni di discussioni sul tema...Ma in cosa consiste esattamente? Ne parliamo su WWW.VOLGARI.IT - link in bio
.
.
.
#biotestamento #diritti #italia #salute #libertà #law #legge #leggere #foto #fotografia #photo #photography #post #articolo #like4like #follow4follow #mood #frame #instaphoto #picture #image #blog #vintage #wall #grunge
🆕 “La mancanza di compassione tra le professioni sanitarie continua a destare particolare preoccupazione. Cosa succede esattamente?
Come possiamo prevenire la perdita di compassione? “ In questo articolo, troverete dieci suggerimenti per rimanere compassionevoli (link in bio) .
.
.
#icmda #progettoamico #medicievangelici #christian #doctor #dentist #medstudent #specializzandi #medicina #odontoiatria #medicinaechirurgia #universita #lavoro #missione #vita #passione #fede #cristiani #blog #amico #articolo #post #lavoro #compassion #compassione #amore
🆕 “La mancanza di compassione tra le professioni sanitarie continua a destare particolare preoccupazione. Cosa succede esattamente? Come possiamo prevenire la perdita di compassione? “ In questo articolo, troverete dieci suggerimenti per rimanere compassionevoli (link in bio) . . . #icmda  #progettoamico  #medicievangelici  #christian  #doctor  #dentist  #medstudent  #specializzandi  #medicina  #odontoiatria  #medicinaechirurgia  #universita  #lavoro  #missione  #vita  #passione  #fede  #cristiani  #blog  #amico  #articolo  #post  #lavoro  #compassion  #compassione  #amore 
Vi sentite sicuri davanti lo schermo di uno smartphone? Sbagliate...lo schermo è nero. Parliamo di BLACK MIRROR su www.volgari.it - link in bio
.
.
.
#blackmirror #netflix #post #recensione #articolo #photo #foto #blog #fotografia #black #like4like #follow4follow #grunge #groove #art #film #serietv #telefilm #cinema #movie #mood #frame #indie #picture #image #abstract #vintage
NUOVO ARTICOLO SUL MIO BLOG! 💫 
Si parla di splendidi attirici e di altrettanto splendide interpretazioni.
BLOG: secondome.altervista.org #me #blog #film #articolo #cinephile #cinema #movie
Mettere nero su bianco. .
.
.

Se volete leggere il nuovo articolo del #blog MyLifeOnWonderland lo trovate su www.mylifeonwonderland.blogspot.it dal titolo: "Le cose di Valore richiedono Fatica" oppure sulla pagina FB MyLifeOnWonderland
.
.
#blogger #scrivere #writing #write #mylifeonwonderland #articolo #pensieri #scriverechepassione #valore #actresslife #mywork #impegno #teatro #bloggeritalia #myblog #avventura #creativitytime #asus #pc #flowstagram #followme #scrivereeterapeutico
Mettere nero su bianco. . . . Se volete leggere il nuovo articolo del #blog  MyLifeOnWonderland lo trovate su www.mylifeonwonderland.blogspot.it dal titolo: "Le cose di Valore richiedono Fatica" oppure sulla pagina FB MyLifeOnWonderland . . #blogger  #scrivere  #writing  #write  #mylifeonwonderland  #articolo  #pensieri  #scriverechepassione  #valore  #actresslife  #mywork  #impegno  #teatro  #bloggeritalia  #myblog  #avventura  #creativitytime  #asus  #pc  #flowstagram  #followme  #scrivereeterapeutico 
ARTICOLO su Il Gazzettino di Padova, oggi 21/04/2018 “Sistemi in Con-Tatto - famiglia e scuola per rendere visibile l’invisibile” è questo il titolo del progetto presentato l’anno scorso dalla dott.ssa Laura Totti in occasione del concorso “Premio Innovazione in Psicologia” dell’Ordine degli Psicologi del Veneto. 
Un’ idea nata dalla sinergia di tre professioniste  della salute (le dott.sse Daniela Guzzon e Laura Totti – psicologhe psicoterapeute – e la dott.ssa Anna Abbate – pedagogista clinicoâ), socie fondatrici dell’associazione Centro Studi LaVie e specialiste di difficoltà familiari e di coppia. 
Si è dato avvio, dunque, all’apertura di sportelli specifici all’interno delle scuole dedicati alle famiglie ed ai ragazzi che stanno vivendo una separazione o un momento di elevata conflittualità: si ringrazia la disponibilità e il coraggio che hanno dimostrato il dirigente e tutto il corpo docente della scuola di secondo grado IIS Leonardo Da Vinci di Padova e dell’Istituto Comprensivo di Montegrotto Terme che hanno aderito al progetto mettendo a disposizione uno spazio di ascolto specifico gestito dalle dott.sse Daniela Guzzon e Anna Abbate. 
Per avere informazioni circa il progetto o essere aggiornati sulle attività del Centro Studi LaVie, vi invitiamo a contattarci. 
Mail: associazionelavie@gmail.com
www.associazionelavie.wixsite.com/lavie
FB: centro LaVie
Instagram: centrolavie
#ilgazzettinodipadova #padova #articolo #sportello #scuola #famiglia #separazione #genitoriseparati #genitoriefigli #famiglia #sportelloascolto #montegrotto #centrolavie
@padovaeventi @daniela.guzzon @an76a @alessandro.a.decarlo
_______________________________________________________
Per info, domande e prenotazioni potete contattarci ai seguenti recapiti:
📩associazionelavie@gmail.com 📩fb: Centro LaVie 📷Instagram: centrolavie
ARTICOLO su Il Gazzettino di Padova, oggi 21/04/2018 “Sistemi in Con-Tatto - famiglia e scuola per rendere visibile l’invisibile” è questo il titolo del progetto presentato l’anno scorso dalla dott.ssa Laura Totti in occasione del concorso “Premio Innovazione in Psicologia” dell’Ordine degli Psicologi del Veneto. Un’ idea nata dalla sinergia di tre professioniste della salute (le dott.sse Daniela Guzzon e Laura Totti – psicologhe psicoterapeute – e la dott.ssa Anna Abbate – pedagogista clinicoâ), socie fondatrici dell’associazione Centro Studi LaVie e specialiste di difficoltà familiari e di coppia. Si è dato avvio, dunque, all’apertura di sportelli specifici all’interno delle scuole dedicati alle famiglie ed ai ragazzi che stanno vivendo una separazione o un momento di elevata conflittualità: si ringrazia la disponibilità e il coraggio che hanno dimostrato il dirigente e tutto il corpo docente della scuola di secondo grado IIS Leonardo Da Vinci di Padova e dell’Istituto Comprensivo di Montegrotto Terme che hanno aderito al progetto mettendo a disposizione uno spazio di ascolto specifico gestito dalle dott.sse Daniela Guzzon e Anna Abbate. Per avere informazioni circa il progetto o essere aggiornati sulle attività del Centro Studi LaVie, vi invitiamo a contattarci. Mail: associazionelavie@gmail.com www.associazionelavie.wixsite.com/lavie FB: centro LaVie Instagram: centrolavie #ilgazzettinodipadova  #padova  #articolo  #sportello  #scuola  #famiglia  #separazione  #genitoriseparati  #genitoriefigli  #famiglia  #sportelloascolto  #montegrotto  #centrolavie  @padovaeventi @daniela.guzzon @an76a @alessandro.a.decarlo _______________________________________________________ Per info, domande e prenotazioni potete contattarci ai seguenti recapiti: 📩associazionelavie@gmail.com 📩fb: Centro LaVie 📷Instagram: centrolavie
Temperare il #cioccolato è una di quelle operazioni che si crede solo gli esperti di #pasticceria possano fare ma in realtà è più semplice del previsto! Ma in cosa consiste il temperaggio? Detto in parole povere, è una sorta di raffreddamento graduale e controllato.

Articolo nel link in BIO

#BohemyCake #temperaggio #chocolate ##articolo #yummy #cucina #cucinaitaliana #pastry #chef #cibo #blogger #italypastry #italyblogger #italianfoodporn #italianfood #italyfoodbloggers #colazione #merenda #pastrygirl
Temperare il #cioccolato  è una di quelle operazioni che si crede solo gli esperti di #pasticceria  possano fare ma in realtà è più semplice del previsto! Ma in cosa consiste il temperaggio? Detto in parole povere, è una sorta di raffreddamento graduale e controllato. Articolo nel link in BIO #BohemyCake  #temperaggio  #chocolate  ##articolo  #yummy  #cucina  #cucinaitaliana  #pastry  #chef  #cibo  #blogger  #italypastry  #italyblogger  #italianfoodporn  #italianfood  #italyfoodbloggers  #colazione  #merenda  #pastrygirl 
Abbiamo parlato di Alda Merini, ora spostiamoci in America per parlare di una principessa bipolare: Carrie Fisher. «Vivo come voi, ma tutto va veloce»
La nostra principessa Leila ha convissuto con questo disturbo fin da giovane, la diagnosi è arrivata quando aveva 24 anni. Una verità difficile da mandare già da parte di un’attrice già famosissima (nel 1977, quando aveva 21 anni, era uscito il primo film della saga di Guerre Stellari), tanto che ci vogliono 4 anni perché Carrie ammetta di essere malata. A 28 anni, dopo un’overdose e il seguente ricovero in un centro per la riabilitazione, accetta finalmente di curarsi e nel 1987 - a 31 anni - un esaurimento nervoso la costringe a prendere atto in modo definitivo del problema. Quell’anno scrive il libro Cartoline dall’inferno (da cui sarà tratto l’omonimo film), che racconta del difficile rapporto tra una donna, Doris, attrice in declino e alcolizzata, e sua figlia Susanne, anche lei attrice, con problemi di tossicodipendenza. Chiari i riferimenti autobiografici, Carrie Fisher era figlia di Debbie Reynolds, leggenda hollywoodiana.

La forza di Carrie Fisher è stata quella di fare una “bandiera” del proprio disturbo bipolare parlandone in modo sincero e trasparente, quasi a rappresentarlo come un tratto caratteristico di sé e del personaggio che l’ha segnata, nel bene e nel male: la principessa Leila.

Carrie Fisher diceva: «È una specie di virus del cervello che ti fa andare molto forte o molto piano. O entrambe le cose insieme. Il senno non è il mio forte. Ma ho una bella voce, so scrivere. Non so andare in bicicletta. Vivo come chiunque altro, solo in modo più forte e veloce, e dormo di più»

VIVO COME CHIUNQUE ALTRO. 
Non dimentichiamocelo mai. #carriefisher #bipolare #bipolarismo #articolo
Abbiamo parlato di Alda Merini, ora spostiamoci in America per parlare di una principessa bipolare: Carrie Fisher. «Vivo come voi, ma tutto va veloce» La nostra principessa Leila ha convissuto con questo disturbo fin da giovane, la diagnosi è arrivata quando aveva 24 anni. Una verità difficile da mandare già da parte di un’attrice già famosissima (nel 1977, quando aveva 21 anni, era uscito il primo film della saga di Guerre Stellari), tanto che ci vogliono 4 anni perché Carrie ammetta di essere malata. A 28 anni, dopo un’overdose e il seguente ricovero in un centro per la riabilitazione, accetta finalmente di curarsi e nel 1987 - a 31 anni - un esaurimento nervoso la costringe a prendere atto in modo definitivo del problema. Quell’anno scrive il libro Cartoline dall’inferno (da cui sarà tratto l’omonimo film), che racconta del difficile rapporto tra una donna, Doris, attrice in declino e alcolizzata, e sua figlia Susanne, anche lei attrice, con problemi di tossicodipendenza. Chiari i riferimenti autobiografici, Carrie Fisher era figlia di Debbie Reynolds, leggenda hollywoodiana. La forza di Carrie Fisher è stata quella di fare una “bandiera” del proprio disturbo bipolare parlandone in modo sincero e trasparente, quasi a rappresentarlo come un tratto caratteristico di sé e del personaggio che l’ha segnata, nel bene e nel male: la principessa Leila. Carrie Fisher diceva: «È una specie di virus del cervello che ti fa andare molto forte o molto piano. O entrambe le cose insieme. Il senno non è il mio forte. Ma ho una bella voce, so scrivere. Non so andare in bicicletta. Vivo come chiunque altro, solo in modo più forte e veloce, e dormo di più» VIVO COME CHIUNQUE ALTRO. Non dimentichiamocelo mai. #carriefisher  #bipolare  #bipolarismo  #articolo 
Parte oggi "Musica e Lavoro" una nuova rubrica di Inside Music a cura di Fabiana Criscuolo.

Vi farà scoprire le diverse figure nascoste dietro la realizzazione di un CD e vede come compagno di viaggio Tommaso Primo durante la realizzazione del suo nuovo album!

Buona lettura! (link in bio) .
.
.
@tommasoprimoofficial @insidemusic.it @fabiana.criscuolo
#tommasoprimo #nuovoalbum #insidemusic #fullheads #articolo #records #cd #allbum #discografia #disco #fatesireneesamurai #napoli #naples
Parte oggi "Musica e Lavoro" una nuova rubrica di Inside Music a cura di Fabiana Criscuolo. Vi farà scoprire le diverse figure nascoste dietro la realizzazione di un CD e vede come compagno di viaggio Tommaso Primo durante la realizzazione del suo nuovo album! Buona lettura! (link in bio) . . . @tommasoprimoofficial @insidemusic.it @fabiana.criscuolo #tommasoprimo  #nuovoalbum  #insidemusic  #fullheads  #articolo  #records  #cd  #allbum  #discografia  #disco  #fatesireneesamurai  #napoli  #naples 
E' primavera 😁...ed ecco qui l'articolo che spunta su @juggling_magazine n° 78 con la super foto di @adelemannaggia 🐓!!!!!!Che soddisfazione immensa avere una pagina intera a disposizione per parlare del mio lavoro artistico, su di una rivista che documenta da 20 anni il panorama della giocoleria e del circo contemporaneo italiano e estero...EVVIVA🤹🎉🎈 Ringrazio Adolfo Rossomando, Natasha Czertok Manuela Rossetti TOTEM arti festival, Linda Fiocco e tutta @martelive__  #jugglingmagazine #giocoleria #artedistrada #clown #circocontemporaneo  #circuslife #theater #streetshow #streetclown #rivista #articolo
E' primavera 😁...ed ecco qui l'articolo che spunta su @juggling_magazine n° 78 con la super foto di @adelemannaggia 🐓!!!!!!Che soddisfazione immensa avere una pagina intera a disposizione per parlare del mio lavoro artistico, su di una rivista che documenta da 20 anni il panorama della giocoleria e del circo contemporaneo italiano e estero...EVVIVA🤹🎉🎈 Ringrazio Adolfo Rossomando, Natasha Czertok Manuela Rossetti TOTEM arti festival, Linda Fiocco e tutta @martelive__ #jugglingmagazine  #giocoleria  #artedistrada  #clown  #circocontemporaneo  #circuslife  #theater  #streetshow  #streetclown  #rivista  #articolo 
Un 7-7 dal sapore agrodolce quello di ieri sera nei quarti di coppa.
Prestazione altalenante dei nostri eroi, costretti ad affrontare una compagine giovane e ben organizzata.
Ma dove non arrivano fiato e gambe, interviene il cuore disperato, mai domo e sempre pronto a sussultare.
Con il pareggio il passaggio del turno viene affidato alla dea bendata...
Staremo a vedere...
#staytuned #staydisperati #coppa #pareggio #cuore #muscoli #memorialbrombons #agrodolce #sorte #sorteggio #cabala #sport #voti #pagelle #articolo #giornale #lagazzettadellosport #calcio #soccer #football #newspaper
Un 7-7 dal sapore agrodolce quello di ieri sera nei quarti di coppa. Prestazione altalenante dei nostri eroi, costretti ad affrontare una compagine giovane e ben organizzata. Ma dove non arrivano fiato e gambe, interviene il cuore disperato, mai domo e sempre pronto a sussultare. Con il pareggio il passaggio del turno viene affidato alla dea bendata... Staremo a vedere... #staytuned  #staydisperati  #coppa  #pareggio  #cuore  #muscoli  #memorialbrombons  #agrodolce  #sorte  #sorteggio  #cabala  #sport  #voti  #pagelle  #articolo  #giornale  #lagazzettadellosport  #calcio  #soccer  #football  #newspaper 
La poetica di Zuzanna Ginczanka è originale, dissacrante, erotica; fece scalpore il modo in cui temi scabrosi e da sempre sottaciuti sono trattati con gaudiosa sfrontatezza. Potete leggere di lei in questo articolo: 
http://www.lasepolturadellaletteratura.it/zuzanna-ginczanka/
-
#zuzannaginczanka #poesia #dissacrante #lasepolturadellaletteratura #articolo
La poetica di Zuzanna Ginczanka è originale, dissacrante, erotica; fece scalpore il modo in cui temi scabrosi e da sempre sottaciuti sono trattati con gaudiosa sfrontatezza. Potete leggere di lei in questo articolo: http://www.lasepolturadellaletteratura.it/zuzanna-ginczanka/ - #zuzannaginczanka  #poesia  #dissacrante  #lasepolturadellaletteratura  #articolo 
In questo articolo potrete trovare l’intervista al nostro Presidente Rock!
Mancano poche ore😱😱 #blpmusical #iloverocknroll #glamrock #ansia #todayistheday #articolo #villafrancaweek
Se avete voglia di ridere, di piangere, ma soprattutto di scoprire il dramma della Germania Nazista sotto una prospettiva del tutto nuova, allora non perdetevi l'#articolo di oggi, dedicato al capolavoro di Markus Zusak: Storia di una #ladra di #libri! Link 👉🏻bio📚
#VBR
Se avete voglia di ridere, di piangere, ma soprattutto di scoprire il dramma della Germania Nazista sotto una prospettiva del tutto nuova, allora non perdetevi l'#articolo  di oggi, dedicato al capolavoro di Markus Zusak: Storia di una #ladra  di #libri ! Link 👉🏻bio📚 #VBR 
"Bigfoot has been read as a reflection of ourselves: we perpetuate Bigfoot beliefs from an apparent psychological need to crystallise fascination with primitivism and animalism into a concrete symbol
(Gilmore 2003- 73-4; Daegling 2004,259)

#bigfoot #criptozoologia #cryptozoology #criptide #cryptid #citazione #articolo #libro #book #monster #mostro
Español 🇪🇸 https://aissa-sica.com/es/2018/04/14/jade-una-artista-que-finalmente-se-dio-cuenta-de-quien-era/

#cantante#pasion#musica

Sueña con una carrera como cantante. Canta sobre todo sobre el amor. Pero con su música, también espera ayudar a la gente a aceptarse a sí misma tal como es.
Español 🇪🇸 https://aissa-sica.com/es/2018/04/14/jade-una-artista-que-finalmente-se-dio-cuenta-de-quien-era/ #cantante #pasion #musica  Sueña con una carrera como cantante. Canta sobre todo sobre el amor. Pero con su música, también espera ayudar a la gente a aceptarse a sí misma tal como es.
Le #priorità della difesa personale
.
Qual è la seconda priorità fondamentale da non sottovalutare in caso di aggressione?
.
2️⃣ Priorità: Respirare.
Nel caso di un’aggressione che blocchi la respirazione occorre reagire in fretta: lo stress dettato dall’adrenalina porta il corpo umano a un maggiore fabbisogno di ossigeno rispetto alle normali condizioni. Pertanto, subire uno strangolamento a mani nude o addirittura con un bastone che comprime la gola, può far perdere lucidità in pochi secondi e mettere fine alla propria difesa -e magari alla propria vita- rapidamente.
⚠️Quando si hanno le vie aeree bloccate, occorre dare priorità immediata nel liberarle, tutto il resto viene in secondo piano⚠️
.
Per voi quali sono altre priorità per una difesa efficace? Pensateci, noi domani vi mostreremo la numero 3️⃣ !
[ Link in bio per scoprire di più su di noi @kma_kravmagaacademy ]
Le #priorità  della difesa personale . Qual è la seconda priorità fondamentale da non sottovalutare in caso di aggressione? . 2️⃣ Priorità: Respirare. Nel caso di un’aggressione che blocchi la respirazione occorre reagire in fretta: lo stress dettato dall’adrenalina porta il corpo umano a un maggiore fabbisogno di ossigeno rispetto alle normali condizioni. Pertanto, subire uno strangolamento a mani nude o addirittura con un bastone che comprime la gola, può far perdere lucidità in pochi secondi e mettere fine alla propria difesa -e magari alla propria vita- rapidamente. ⚠️Quando si hanno le vie aeree bloccate, occorre dare priorità immediata nel liberarle, tutto il resto viene in secondo piano⚠️ . Per voi quali sono altre priorità per una difesa efficace? Pensateci, noi domani vi mostreremo la numero 3️⃣ ! [ Link in bio per scoprire di più su di noi @kma_kravmagaacademy ]
Una delle coppie più belle e invidiate del mondo dello spettacolo si è lasciata.
Leggete il nostro #articolo, nella sezione spettacolo, per tutte le informazioni.
Ovviamente lo trovate sul nostro sito.
Una delle coppie più belle e invidiate del mondo dello spettacolo si è lasciata. Leggete il nostro #articolo , nella sezione spettacolo, per tutte le informazioni. Ovviamente lo trovate sul nostro sito.
Oggi su @ilmessaggero.it con il meraviglioso #articolo di @katiaippaso che racconta l’essenza e la bellezza di #PerStrada , lo #spettacolo prodotto dal @teatrofrancoparenti , scritto da @cicciob in scena con #francescosferrazzapapa per la #regia di @raphael_vogel_ ❤️
PER STRADA è in scena fino a Domenica 22 Aprile all’ @offoff_theatre 📰🗞 GRAZIE KATIA e GRAZIE a #ilmessaggero 🙏🏽🌹
☎️PRENOTAZIONI 340 2640789
.
.
.
.
#recensioni #recensione #messaggero #oggi #today #wearehappy #happyness #meraviglia #teatro #teatroroma #ufficiostampa #katiaippaso #giornale #giornali #quotidiano #pressrelease #rassegnastampa #ufficiostampafabisavona #fabisavona
Oggi su @ilmessaggero.it con il meraviglioso #articolo  di @katiaippaso che racconta l’essenza e la bellezza di #PerStrada  , lo #spettacolo  prodotto dal @teatrofrancoparenti , scritto da @cicciob in scena con #francescosferrazzapapa  per la #regia  di @raphael_vogel_ ❤️ PER STRADA è in scena fino a Domenica 22 Aprile all’ @offoff_theatre 📰🗞 GRAZIE KATIA e GRAZIE a #ilmessaggero  🙏🏽🌹 ☎️PRENOTAZIONI 340 2640789 . . . . #recensioni  #recensione  #messaggero  #oggi  #today  #wearehappy  #happyness  #meraviglia  #teatro  #teatroroma  #ufficiostampa  #katiaippaso  #giornale  #giornali  #quotidiano  #pressrelease  #rassegnastampa  #ufficiostampafabisavona  #fabisavona 
Dall'articolo di @massardoandrea, “Uno, nessuno, centomila (vincitori)" #politica #italia18 #italia #elezioni #m5s #centrodestra #lega #forzaitalia #pd #vincitori #bolt #gatlin #atletica #pechino2015 #tangramag #frase #articolo #citazione #cit
ALDA MERINI E IL MANICOMIO «Quando venni ricoverata per la prima volta in manicomio, ero poco più di una bambina, avevo sì due figlie e qualche esperienza alle spalle, ma il mio animo era rimasto semplice, pulito, in attesa che qualche cosa di bello si configurasse al mio orizzonte; del resto, ero poeta e trascorrevo il mio tempo tra le cure delle mie figlie e il dare ripetizione a qualche alunno, e molti ne avevo che venivano e rallegravano la mia casa con la loro presenza e le loro grida gioiose.
Insomma, ero una sposa e una madre felice, anche se talvolta davo segni di stanchezza e mi si intorpidiva la mente. Provai a parlare di queste cose a mio marito, ma lui non fece cenno di comprenderle e così il mio esaurimento si aggravò e, morendo mia madre, alla quale io tenevo sommamente, le cose andarono di male in peggio, tanto che un giorno, esasperata dall’immenso lavoro e dalla continua povertà e poi, chissà, in preda ai fumi del male, diedi in escandescenze e mio marito non trovò di meglio che chiamare un’ambulanza, non prevedendo certo che mi avrebbero portata in manicomio.

Fu lì che credetti di IMPAZZIRE. 
Ma allora le leggi erano precise e stava di fatto che ancora nel 1965 la donna era soggetta all’uomo e che l’uomo poteva prendere delle decisioni per ciò che riguardava il suo avvenire.

Fui quindi internata a mia insaputa, e io nemmeno sapevo dell’esistenza degli ospedali psichiatrici perché non li avevo mai veduti, ma quando mi ci trovai nel mezzo credo che impazzii sul momento stesso: mi resi conto di essere entrata in un labirinto dal quale avrei fatto molta fatica a uscire.

Mi ribellai. E fu molto peggio
La sera vennero abbassate le sbarre di protezione e si produsse un caos infernale. Dai miei visceri partì un urlo lancinante, una invocazione spasmodica diretta ai miei figli e mi misi a urlare e a calciare con tutta la forza che avevo dentro, con il risultato che fui legata e martellata di iniezioni calmanti.
Non era forse la mia una ribellione umana? Non chiedevo io di entrare nel mondo che mi apparteneva? Perché quella ribellione fu scambiata per un atto di insubordinazione? #aldamerini #articolo #facebook @nonsiamosoliproject
ALDA MERINI E IL MANICOMIO «Quando venni ricoverata per la prima volta in manicomio, ero poco più di una bambina, avevo sì due figlie e qualche esperienza alle spalle, ma il mio animo era rimasto semplice, pulito, in attesa che qualche cosa di bello si configurasse al mio orizzonte; del resto, ero poeta e trascorrevo il mio tempo tra le cure delle mie figlie e il dare ripetizione a qualche alunno, e molti ne avevo che venivano e rallegravano la mia casa con la loro presenza e le loro grida gioiose. Insomma, ero una sposa e una madre felice, anche se talvolta davo segni di stanchezza e mi si intorpidiva la mente. Provai a parlare di queste cose a mio marito, ma lui non fece cenno di comprenderle e così il mio esaurimento si aggravò e, morendo mia madre, alla quale io tenevo sommamente, le cose andarono di male in peggio, tanto che un giorno, esasperata dall’immenso lavoro e dalla continua povertà e poi, chissà, in preda ai fumi del male, diedi in escandescenze e mio marito non trovò di meglio che chiamare un’ambulanza, non prevedendo certo che mi avrebbero portata in manicomio. Fu lì che credetti di IMPAZZIRE. Ma allora le leggi erano precise e stava di fatto che ancora nel 1965 la donna era soggetta all’uomo e che l’uomo poteva prendere delle decisioni per ciò che riguardava il suo avvenire. Fui quindi internata a mia insaputa, e io nemmeno sapevo dell’esistenza degli ospedali psichiatrici perché non li avevo mai veduti, ma quando mi ci trovai nel mezzo credo che impazzii sul momento stesso: mi resi conto di essere entrata in un labirinto dal quale avrei fatto molta fatica a uscire. Mi ribellai. E fu molto peggio La sera vennero abbassate le sbarre di protezione e si produsse un caos infernale. Dai miei visceri partì un urlo lancinante, una invocazione spasmodica diretta ai miei figli e mi misi a urlare e a calciare con tutta la forza che avevo dentro, con il risultato che fui legata e martellata di iniezioni calmanti. Non era forse la mia una ribellione umana? Non chiedevo io di entrare nel mondo che mi apparteneva? Perché quella ribellione fu scambiata per un atto di insubordinazione? #aldamerini  #articolo  #facebook  @nonsiamosoliproject
Perché l’inglese non si pronuncia come si scrive? 🇬🇧 • Link in bio 📌
Perché l’inglese non si pronuncia come si scrive? 🇬🇧 • Link in bio 📌
Oggi secondo articolo riguardante il progetto #zeroplastica
Lo trovate su Blode Books and Blades ❤️💪 #blondebooksandblades #pollution #plastic #bottigkiediplastica #sacchetti #packaging #beauty #contenitori #riciclo #articolo #progetto #blog #passione #lavoro #foto
#lettera a GIAMPI
ne parlo nell'ultimo #articolo del mio #blog www.ottobiscotto.wordpress.com
Se non sapete a chi #devolvere il vostro #5permille ecco un #suggerimento valido #diamogliunamano @oltrelabirinto
#autismo #sindromediasperger #riflessioni #moment #instamoment #helping #autism
Lo SPOT del venerdì!
Ogni venerdì puntiamo i riflettori su uno spot d'italia.

Un'enorme mezzaluna di cemento, con tanto di crateri, domina questo spot inusuale. Anche i muri e la pavimentazione irregolare nei dintorni sembrano voler ammiccare a questa peculiarità. Praticanti di ogni livello possono cimentarsi così nella difficile arte dell'adattamento.

Siete mai stati sulla luna? :)
--------------------------------------------------------------------------------------------
English Version:
Friday's SPOT!
Every friday we will focus on an italian spot

An enormous cemented half-moon, craters included, dominates this unusual spot. Even the irregular walls and flooring around the half-moon seem to be wanting to emulate this peculiarity. Therefore traceours of any kind and experience level can engage the difficult art of adapting to the environment.

Have you ever been on the moon? :) www.huntspotparkour.it

#hsp #huntspotparkour #parkour #spot #articolo #article #macerata #mezzaluna #outdoor #parkouritalia #parkourmarche #marche #friday #venerdì #training #allenamento
Lo SPOT del venerdì! Ogni venerdì puntiamo i riflettori su uno spot d'italia. Un'enorme mezzaluna di cemento, con tanto di crateri, domina questo spot inusuale. Anche i muri e la pavimentazione irregolare nei dintorni sembrano voler ammiccare a questa peculiarità. Praticanti di ogni livello possono cimentarsi così nella difficile arte dell'adattamento. Siete mai stati sulla luna? :) -------------------------------------------------------------------------------------------- English Version: Friday's SPOT! Every friday we will focus on an italian spot An enormous cemented half-moon, craters included, dominates this unusual spot. Even the irregular walls and flooring around the half-moon seem to be wanting to emulate this peculiarity. Therefore traceours of any kind and experience level can engage the difficult art of adapting to the environment. Have you ever been on the moon? :) www.huntspotparkour.it #hsp  #huntspotparkour  #parkour  #spot  #articolo  #article  #macerata  #mezzaluna  #outdoor  #parkouritalia  #parkourmarche  #marche  #friday  #venerdì  #training  #allenamento 
Nuovo articolo del blog! •”Teahouse” di Lao She•
Qual era l’atmosfera che si respirava nelle case da tè dell’800 e 900 del secolo scorso? L’opera teatrale “Teahouse” ce ne dà una divertente e interessante panoramica grazie alla grande maestria e ironia dell’autore Lao She. 😊🍵
Scopri di più cliccando sul link in bio!
.
#tea #tè #blog #libri #lettura #books #teahouse #tèverde #tèalgelsomino #greentea #jasminetea #tealeaves #teapassion #tealover #teaaddicted #sushaninateacup #laoshe #articolo #leggiamo #parole #teatro #cinese #letteratura #operateatrale
Nuovo articolo del blog! •”Teahouse” di Lao She• Qual era l’atmosfera che si respirava nelle case da tè dell’800 e 900 del secolo scorso? L’opera teatrale “Teahouse” ce ne dà una divertente e interessante panoramica grazie alla grande maestria e ironia dell’autore Lao She. 😊🍵 Scopri di più cliccando sul link in bio! . #tea  #tè  #blog  #libri  #lettura  #books  #teahouse  #tèverde  #tèalgelsomino  #greentea  #jasminetea  #tealeaves  #teapassion  #tealover  #teaaddicted  #sushaninateacup  #laoshe  #articolo  #leggiamo  #parole  #teatro  #cinese  #letteratura  #operateatrale 
Anche oggi #cogitoetvolo ha qualcosa da farvi scoprire!
@disegni_tralenuvole  ha intervistato solo per voi un nuovo #artista di grande #talento, Marco Dalla Villa. Artista è proprio il termine giusto per descriverlo, poiché si è cimentato in tantissime cose: #DJ, #conduttore #radiofonico e #songwriter e adesso ha esordito con la #Relevant #Records. Il suo primo #pezzo #dance, "I drink and I know things", cantato dalla splendida Federica Fertina Funari, non vi farà restare fermi!
Leggete questo #articolo per scoprirne di più!
#click sul #linkinbio e #buonalettura 📖📚📜
Anche oggi #cogitoetvolo  ha qualcosa da farvi scoprire! @disegni_tralenuvole ha intervistato solo per voi un nuovo #artista  di grande #talento , Marco Dalla Villa. Artista è proprio il termine giusto per descriverlo, poiché si è cimentato in tantissime cose: #DJ , #conduttore  #radiofonico  e #songwriter  e adesso ha esordito con la #Relevant  #Records . Il suo primo #pezzo  #dance , "I drink and I know things", cantato dalla splendida Federica Fertina Funari, non vi farà restare fermi! Leggete questo #articolo  per scoprirne di più! #click  sul #linkinbio  e #buonalettura  📖📚📜
“Il volume di Hans Regel, Kim Jong-un, pensieri, parole, opere e omissioni (appena uscito per l’editore Alcatraz), mette in fila schegge e perle dei discorsi che Kim ha tenuto dal 2011 al 2018”. Il BLISTER OFF su KIM JONG-UN è sul Venerdì di Repubblica! Grazie a Roberto Brunelli. 🇰🇵📕🇰🇵
#blisteroff #kimjongun #hansregel #ilvenerdìdirepubblica #repubblica #recensione #articolo #agenziaalcatraz
Nuovo articolo sul Blog ✔️www.valeriapisano.com
👉LIBERTÀ È RESPONSABILITÀ 👉da cosa divento libero quando prendo il 100% della responsabilità dei miei pensieri, atteggiamenti ed azioni?
👉leggi l’articolo completo sul Blog
.
.
. ❤️ 🧡 💛

#valeriapisano #blog #evolutioncoaching #articolo #news #coaching #crescitapersonale #valelagioia
. .
.
💚 💙 💜
Le #priorità della difesa personale
.
Sulla base della nostra esperienza maturata nel settore sicurezza e protezione abbiamo individuato quattro priorità fondamentali che, se rispettate, possono aumentare le probabilità di successo di una difesa.
Quali sono?
Ve ne proporremo una al giorno, scopritele tutte 😉
.
1️⃣ Priorità: Proteggersi.
La priorità deve essere la propria sopravvivenza (o quella di chi si desidera proteggere). Parare gli attacchi, proteggersi dai colpi, è imperativo. Si possono avere molte tecniche offensive nel proprio arsenale, ma se non si possiedono istinto e capacità di protezione, non si sopravvivrà per molto.
⚠️Nessuno è Superman⚠️
Peccando di superbia in uno scontro credendosi invulnerabili e concentrandosi solamente su tecniche di attacco, si avrà vita breve.
.
Per la numero 2️⃣ vi aspettiamo domani 💪
[ Link in bio per scoprire di più su di noi @kma_kravmagaacademy ]
Le #priorità  della difesa personale . Sulla base della nostra esperienza maturata nel settore sicurezza e protezione abbiamo individuato quattro priorità fondamentali che, se rispettate, possono aumentare le probabilità di successo di una difesa. Quali sono? Ve ne proporremo una al giorno, scopritele tutte 😉 . 1️⃣ Priorità: Proteggersi. La priorità deve essere la propria sopravvivenza (o quella di chi si desidera proteggere). Parare gli attacchi, proteggersi dai colpi, è imperativo. Si possono avere molte tecniche offensive nel proprio arsenale, ma se non si possiedono istinto e capacità di protezione, non si sopravvivrà per molto. ⚠️Nessuno è Superman⚠️ Peccando di superbia in uno scontro credendosi invulnerabili e concentrandosi solamente su tecniche di attacco, si avrà vita breve. . Per la numero 2️⃣ vi aspettiamo domani 💪 [ Link in bio per scoprire di più su di noi @kma_kravmagaacademy ]
Mi chiamano “ Il Bello del Mattone“.🧔 In realtà sono un agente immobiliare ............👔 che ama scrivere e fare tv . Oggi in edicola sul settimanale Ora nella rubrica “A casa di....... “ @margheritazanatta, show girl, conduttrice televisiva e radiofonica. 🏠 weekly#gossip #home #realestatebroker #vip #rubrica #orasettimanale #newspaper #articolo #me #myself #vips #gossip #realestatebroker #tvshow #colleaugue